giovedì 11 dicembre 2014

RACCONTARE gli ALBERI - Pia Valentinis Mauro Evangelista - Rizzoli


Questo titolo è un capolavoro e non necessariamente destinato ai più piccoli. Assolutamente senza età.

Gli autori - Pia Valentinis e Mauro Evangelista - sono tra i più noti illustratori italiani ma dai tratti senza dubbio differenti.

Se Pia Valentinis racconta gli alberi con tratteggi a china fine e minuziosi chiaroscuri, Mauro Evangelista preferisce i colori pastosi e brillanti dei pastelli ad olio. Due punti di visita e un unico protagonista: l'albero.

L'albo riporta annotazioni botaniche di alcuni tra i più noti alberi: l'ulivo, il fico, il limone, il platano, il tiglio, il melo, la quercia, il rovere, l'olmo, il cipresso.........



Le brevi e esaustive descrizioni scientifiche sono accompagnate da bellissime tavole, distribuite tra le pagine, in copertina, nei risguardi.



Splendidi anche  i testi scelti che si ritrovano quà e là: accanto ai versi più noti di Omero, Leopardi, Carducci e D'Annunzio sono riportate citazioni di Rebora, Ada Negri, Antonia Pozzi e poi storie e leggende della mitologia e della tradizione popolare.

Il risultato non è certo un noioso testo di annotazioni colte, adatto solo ai meno. Affatto. Si puo' leggere da soli o sfogliare con i bambini, leggendo le note sparse  - magari non tutte - così per avvicinarli alla difficile arte della poesia.

Come è scritto nella quarta di copertina: 
"Un libro come una passeggiata per scoprire e osservare gli alberi che ci circondano.......per comprendere la loro bellezza.......la poesia che alimentano"


lunedì 1 dicembre 2014

LETTURA AD ALTA VOCE E ACQUARELLO



















Legambiente ci ha offerto l'opportunità di realizzare un laboratorio in occasione della Festa Nazionale dell'Albero. 

Abbiamo proposto un binomio tra lettura e arte: un primo momento di lettura del libro di Sandra Dema "Respira, piccolo albero respira" e successivamente i bambini sono stati accompagnati da Daniela Morandi a realizzare un acquarello sulla base di quanto ascoltato. Si è scelto la tecnica dell'acquarello su carta bagnata che consiste nel bagnare il foglio prima di stendere i colori in modo da rendere la stesura del colore molto più semplice. Una volta asciugato si ottiene un colore definito ed avvolgente, ricco di sfumature.


 
Quindici bambini che hanno dimostrato capacità di ascolto nel momento di lettura e concentrazione nella realizzazione dell'acquarello.

Sono arrivati e con disinvoltura si sono seduti dove ritenevano più comodo per prepararsi a sentire la storia e nell'attività artistica hanno capito di poter realizzare cio' che desideravano -  seguendo le indicazioni di Daniela - senza aspettarsi alcun giudizio ma sperimentando solo il piacere di disegnare.




venerdì 21 novembre 2014

DISEGNARE UN ALBERO - Bruno Munari - Ed. Corraini






Disegnare un Albero è un libro di Bruno Munari e fa parte - come il  Disegnare il Sole,Disegnare un albero”, “Disegnare una casa”, “Disegnare una persona” e “Colorare il cielo”  della collana Disegnare – Colorare – Costruire diretta dalla stesso autore.
Si tratta di un libro datato, è stato pubblicato nel 1977 e  rivolto ad educatori e insegnanti per offrire spunti per la realizzaizone di laboratori didattici.

In realtà è un libro senza tempo e si puo’ semplicemente sfogliare in famiglia per  riprodurre insieme tanti alberi diversi ma – non meno importante – per imparare ad osservare la natura.


Munari ci fa notare che un albero ramifica, man mano che passano gli anni il suo tronco diventa sempre più grosso e i rami più numerosi. Questo è lo schema di base ma – sottolinea l’autore – in natura  sarà difficile trovare un albero così  perfetto.


Ed ecco che nel testo sono disegnati – con un semplice bianco e nero – una serie di alberi riscontrabili nella realtà; unica regola: il ramo che segue è sempre più sottile del ramo che precede.



Finalmente l’inverno è finito, dalla terra sbuca un filo verticale verde. Il sole comincia a farsi sentire e il segno verde cresce. E’ un albero, ma nessuno lo riconosce così piccolo. Mentre cresce si ramifica, ogni anno spunteranno le gemme sui rami, dalle gemme sbucheranno altri rami, il filo verde è diventato un bel tronco pieno di rami.





Lo scopo didattico di Munari è suggerire come rappresentare e costruire  alberi con forme, modi e materiali diversi: con la carta, con fili di ferro o semplicemente con i colori.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...