venerdì 30 gennaio 2015

Dilaoghi surreali. Io parto



 - ma scusa Belvetta n.1, ti sei alzato da  un'ora e sei ancora li'. Cosa fai, mediti??

- lasciatemi stare, sto cercando di capire dove andrò a vivere. Io non resto qui.

10 anni. Certezze.



mercoledì 21 gennaio 2015

I bambini e la creatività



Spesso ci dimentichiamo quanto i bambini abbiano bisogno di momenti  in cui esprimere la propria creatività e dare libero sfogo alla fantasia.


Al contrario, molti bambini vivono le proprie giornate scandite da una routine obbligata:  molte ore a scuola, poi di corsa ad inseguire i vari impegni extrascolastici  e infine uno sguardo a televisione e giochi elettronici! 

Tutti spazi ed attività sostanzialmente obbligati in cui la personalità del bambino rimane costretta e difficilmente riesce ad esprimersi.

L’immaginario nei bambini,  nel corso della crescita, ha un suo naturale sviluppo e i progressi delle capacità immaginative sono possibili solo se si offrono possibilità di esperienze e spazi nuovi e stimolanti; peraltro tutto questo non è fine a se stesso ma arricchisce il linguaggio, la memoria, la capacità di autocontrollo e di attesa, la creatività.

Noi genitori possiamo semplicemente sostenerli nei giochi di fantasia, con semplici azioni:

naturalmente limitare il tempo dedicato a TV, videogiochi e computer;

partecipare ai loro giochi;

leggere ad alta voce e  non necessariamente per la lettura serale;

lasciare a disposizione uno spazio, anche solo una cesta, in cui si possano trovare accessori e vecchi vestiti;
 
consentire ai bambini di utilizzare tanti materiali diversi – pastelli, sabbia, acquarelli, pennarelli – cercando di non trasmettere la preoccupazione dell’inevitabile  disordine e del caos che ne seguirà....!;

non acquistare giocattoli costosi ma piuttosto di qualità e vicini agli oggetti comuni;

ultimo, ma non meno importante, incoraggiare la frequentazione di amici e coetanei, invitando e facendosi invitare.


giovedì 11 dicembre 2014

RACCONTARE gli ALBERI - Pia Valentinis Mauro Evangelista - Rizzoli


Questo titolo è un capolavoro e non necessariamente destinato ai più piccoli. Assolutamente senza età.

Gli autori - Pia Valentinis e Mauro Evangelista - sono tra i più noti illustratori italiani ma dai tratti senza dubbio differenti.

Se Pia Valentinis racconta gli alberi con tratteggi a china fine e minuziosi chiaroscuri, Mauro Evangelista preferisce i colori pastosi e brillanti dei pastelli ad olio. Due punti di visita e un unico protagonista: l'albero.

L'albo riporta annotazioni botaniche di alcuni tra i più noti alberi: l'ulivo, il fico, il limone, il platano, il tiglio, il melo, la quercia, il rovere, l'olmo, il cipresso.........



Le brevi e esaustive descrizioni scientifiche sono accompagnate da bellissime tavole, distribuite tra le pagine, in copertina, nei risguardi.



Splendidi anche  i testi scelti che si ritrovano quà e là: accanto ai versi più noti di Omero, Leopardi, Carducci e D'Annunzio sono riportate citazioni di Rebora, Ada Negri, Antonia Pozzi e poi storie e leggende della mitologia e della tradizione popolare.

Il risultato non è certo un noioso testo di annotazioni colte, adatto solo ai meno. Affatto. Si puo' leggere da soli o sfogliare con i bambini, leggendo le note sparse  - magari non tutte - così per avvicinarli alla difficile arte della poesia.

Come è scritto nella quarta di copertina: 
"Un libro come una passeggiata per scoprire e osservare gli alberi che ci circondano.......per comprendere la loro bellezza.......la poesia che alimentano"


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...